bandite Russia e Bielorussia da ogni competizione – OA Sport

Lo sport internazionale si sta adeguando a tutto ciò che sta acccadendo in Ucraina, messa sotto attacco dalla Russia. Un conflitto deplorevole, che varia da organizzazioni sportive condannando senza mezzi termini; l’ultimo in ordine di tempo è il La FIM, Federazione Internazionale di Motociclismo, ha deciso di escludere tutti i piloti russi e bielorussi da tutte le competizioni MotoGP in Europa.

La scelta è estata intrapresa sarà, il 5 marzo, in una riunione d’urgenza, a seguito della decisione della presenza del Cio. Rispetto alla Fia, che sta obbligando i piloti a delle misure assai stringenti, la Fim ha optato per la sospensione da parte delle federazioni motociclistiche della Russia (MFR) e della Bielorussia (BFMS), delle licenze FIM e la licenza FIM già distribuite.

La decisione non governa ma solo e piloti: sospetta anche la figura degli Ufficiali e dei membri della commissione. In pratica nessuna persona russa o bielorussa potrebbe prendere parte allo stesso evento di Motomondiale. Non solo: sono maestoso interrotte tutte le attività della FIM in questi territori e sono stati cancellati tutti gli eventi come i Meeting internazionali.

LIVE MotoGP, GP Qatar 2022 in DIRETTA: dalle 11.40 al via al warm-up, Bagnaia a caccia di risposte

Quest’ultima decisione valeva anche per l’Ucraina, ovviamente per le ragioni dell’uscita dalla guerra che sta attaccando il territorio.

Foto: La Presse

Add Comment