Rugby, Francia-Enghilterra al 6 Nazioni 2022: la formazione

La sfida più attesa dell’intera ultima giornata raggiungerà come perfetta conclusione del torneo, da Parigi con la classica tra Francia e Inghilterra. I transalpini know il risultato attraverso l’Irlanda e Scozia e imparare già come delicataare al meglio a partita sempre e mai avara de emozioni.

le scelte della francia

Un giocatore out, atteso nella Francia di Fabien Galthiéche se lo conferma la struttura consolidata della rosa che è arrivata nei primi quattro anni ed è vicina a un Grande Slam che resta nel 2010. Yoram Moefana, positivo protagonista del torneo transalpino, è determinato a saltare all’ultima causa di disgrazia, ma l’ex peso medio di Mischia dei Bleus ritrova al suo posto Damian Penaud, miglior metaman con Gabin Villiere e al rientro dopo l’assenza causa positività Covid contra il Galles. L’unica altra novità in panchina, se ha ricevuto l’opzione 6-2 con netta prevalenza dell’anticipo contro i quarti e l’interno di Romain Taofifenua, altro assenso nel match di Cardiff di venerdì scorso.

Inghilterra, dentro una sorpresa Furbank

Eddie Jones rimescola in parte le carte a disposizione dell’Inghilterra. Nella diciassettesima mattina è stato annunciato che il nome di Max Malins finirà per sempre, e la decisione ha portato lì Freddie Steward con l’ammissione a sorpresa dell’esterno del Northampton, George Furbank. Lo spostamento del numero 15 di Leicester, sembra por a propendere por una battaglia aerea e a la piede nella notte di Parigi dà parte del XV della rosa. Sempre dai Tigers arrivano le due novità in panchina, il secondo line Ollie Chessum, fratello maggiore di Lewis che a la volta ha giocato con la nazionale under 20, e il Tallatore Nic Dolly, subentrato nelle gerarchie a Jamie Blamire. Fuori tre settimane per la qualificazione immediata dell’intervento nei minuti iniziali del suo James Ryan nel suo caso contro l’Irlanda Charlie Ewels e saltatori se porta Nick Isiekwe in coppia con Maro Itoje, mentre in terza linea prima di fare un’assenza Di alcuni messi provoca sventura (ultima partita contro il Sudafrica a novembre) Sam Underhill, che accende il palo di Tom Curry.

formazioni in campo

FRANCIA: 15 Melvyn Jaminet; 14 Damian Penaud, 13 Gael Fickou, 12 Jonathan Danty, 11 Gabin Villière; 10 Romain Ntamack, 9 Antoine Dupont (Cap.), 8 Gregory Alldritt, 7 Anthony Jelonch, 6 Francois Cros; 5Paul Willemse, 4Cameron Woki; 3 Uini Antonio, 2 Julien Marchand, 1 Cyril Baille.

Un arrangiamento: 16 Peato Mauvaka, 17 Jean-Baptiiste Gros, 18 Mohamed Haouas, 19 Romain Taofifenua, 20 Thibaud Flament, 21 Dylan Cretin, 22 Maxime Lucu, 23 Thomas Ramos.

INGHILTERRA: 15 Jorge Furbank; 14 Freddie Steward, 13 Joe Marchant, 12 Henry Slade, 11 Jack Nowell; 10 Marcus Smith, 9 Ben Youngs; 8 Sam Simmonds, 7 Sam Underhill, 6 Courtney Lawes; 5 Nick Isiekwe, 4 Maro Itoje; 3 Will Stuart, 2 Jamie George, 1 Ellis Genge.

Add Comment