Fondi Pnrr, il Comune punta sul campo da rugby – Cronaca

Rigenerazione del campo ‘Nelson Mandela’, il comune chiede de 4 miloni del Pnrr per effettuare l’opera, di cui è stato già approvato il progetto preliminaree. Come annunciato questo mese di quest’anno, l’ente lungo il fiume non ha dato la possibilità di chiedere finanziariamente alla parte “sport e inclusione sociale” per la lotteria del pool della comunità basca. Questo, a mezzo dei rigidi limiti fiscali dell’Assessorato allo Sport, ha emesso un severo avviso con il comunicato che non capoluogo e la popolazione la cui popolazione non supera i 50mila abitanti. Ogni comune infatti può presentare un’unica proposta e che deve ricevere l’approvazione formale della federazione sportiva che afferiscon l’attività svolta nell’impianto da Risanare. Una vera doccia fredda per San Benedetto: la Federazione Italiana Nuoto infatti non ha nessuna intenzione di fare della Piscina ‘P. Gregori’ un polo federale. Il 30 marzo, però, il San Benedetto ha un formale interesse nella Federazione Italiana Rugby per la qualificazione del campo ‘Nelson Mandela’. L’occasione se è fatta ghiotta e l’entità ha subito incaricato l’architetto Lorenzo Benigni di redigere un cugino elaborato. Ad attendere il buon esito dell’operazione e le sorti del campo ‘Mandela’ “rappresenti un valore aggiunto per la città – recita la decisione della giunta – che ha sempre promosso e sostenuto l’attività sportiva sia da candidarsi a la “Città Europea dello Sport 2017”. In caso di vittoria, la comunità è obbligata a contribuire con un proprio investimento di 400mila euro.

Add Comment