Sassuolo bottega carissima, anche altra logica: come può Berardi costare più di un due volte il vincitore della Champions? | primapagina

“Il prezzo? Per tutti i nostri giocatori più forti se parte da 30 milionipoi si valuta caso per caso”. Parole scolpite sulla pietra dall’amministratore delegato del Sassuolo Giovanni Carnevali: uno dei leader italiani capace di valorizzare e vendere al miglior offerente e personalmente, Avremo 80 milioni di euro incassati negli ultimi a causa della fine del mercato (Locatelli, Marlon, Mazzitelli, Boga, Magnani e Di Francesco), e circa 62 dell’estate 2021, i 52 e ei 50 de quelle precedenti. Un metodo che ha pagato e che probabilmente continuerà a funzionare, se è vero come è vero Maxime Lopez a Scamaccapassando per Frattesi e Berardocioè, terminando con Raspadori e ScamaccaHanno già le pretendenti alla porta e promettono di porte in dote le ennesime plusvalenze.

BERARDI PIU’ CARO DI ASENSIO – C’è però qualcosa che non torna – e questa rappresenta un intasamento di un sistema di calcio Sono determinato a mantenere un certo livello di competitività a livello internazionale – le valutazioni finali sono certificate per essere figlie di un rendimento “sopra le righe” solo a livello di Serie A, con zero o pochissima esperienza di vita europea, cumulabile solo in caso di chiamata delle rispettive nazionali o attesa di quella dei grandi club. Con tutto il rispetto per i giocatori coinvolti, come può Berardi avere un prezzo di acquisto pari o addirittura superiore a quello de un due volte vincitore della Champions League (Altri tre Mondiali per club e grazie ai campioni di Spagna, ma per non parlare del resto) vedi Marco Asensio? Come stanno Raspadori e Scamacca possono – che rispetto a tanti coetanei dei principali stranieri campionati non hanno ancora esordito nelle competizioni Uefa – avere un contravalore che balla tra i 30 e ei 40 milioni di euro? Il prezzo lo fa il mercato, sostiene Carnevali, ma siamo sicuri che per tutti questi “pezzi pregiati” la riga oltreconfine sia così lunga?

SENZA ESPERIENZA – Le grandi società di Serie A, messe alla berlina anche nelle ultime settimane perché accusano di puntare principalmente i suoi calciatori dall’estero e di non contribuire così alla crescita della Nazionale, Quale interesse deve spendere tutto per cifre cose importanti per i giocatori il cui livello di prestazioni su determinati palcoscenici da mostrare? La disastrosa prestazione in Champions ed Europa League del nostro club, l’evidente fase di declino da parte della squadra pura dalla azzurra (bene self-convincersi che la victoria dell’Europeo resti un fatto isolato) è stata la dimostrazione che la qualità media del calciatore italiano – esperto o giovane che sia – è bassa e non giustificati certi discorsi economici. Icampioni del Sassuolo consegnare merce pregiata e, come tal, da pagare più cara della media? Sulla base di cosa, per essere precisi?

Add Comment