Tenuta ‘work in progress’ sul litorale pisano. Cappelli e cabina: presto e rincari

Pisa, 10 aprile 2022 – Libertà e tempo Incerta di questo inizio di primavera, solo rallentando un po’, confermando cabine e ombrelloni, la tendenza a seminare è quella del pre-Covid. Quella 2022 – almeno nelle premesse – sarà quindi un’estate comunque in sicurezza ma ache in libertà. A causa della novità principale: l’annullamento della distanza tra gli ombrelloni (appena ufficializzata nelle ultime linea guida) e il ritocco (verso l’alto) dei prezzi che sul nostro litorale se è intorno al 4%.

«Per quanto riguarda le prenotazioni sta procedendo tutto abbastanza bene – dice Alessandro Cordoni del bagno Vittoria di Marina, responsabile del litorale per Confesercenti – c’è voglia di tornare alla normalità. Probabilmente non torneremo ai ‘vecchi’ spazi perchè il cliente comunque preferisce stare più a lungo. Ho aumentato la tariffa? Salvo rari casi, lo stato comprende le motivazioni che gli sono state date per fare scelte difficili”. cristiano scarpellini, dal Bagno Marco Polo, vicepresidente Sib Confcommercio: “In media, senza attività, con energia e materia prima, c’è stato un aumento dei costi dal 30 al 40%. Su mare, quindi, diremo che un aumento contenuto al 4% è praticamente Siamo rispettosi della situazione attuale. È la domanda che ci stiamo circondando di gran lunga capire con i nostri clienti”. Prevalere, comunicare, l’ottimismo: “Le confermo stanno arrivando, siamo soddisfatti – aggiunge Marco Bottai del Miramare di Tirrenia – torneremo alla vecchia pianta della spiaggia rimanendo comunque aenti alle misure base di sicurezza. In queste set stiamo svolgendo i labor di manutenzione per la riapertura. Novità 2022: una nuova area pic-nic”.

“Vieni prenotazioni siamo in linea con lo scorso anno – così Luca Gonelli del Vittoria di Tirrenia – Ad incidere positivamente, forse, anche il fatto che abbiamo preso una decisione, nonostante l’aumento del costo di gestione e l’incertezza sul futuro del contributo, non tocca la lista. Per quanto riguarda le restrizioni, rispettiamo il prossimo problema del nostro sindacato. Certamente, farò rivivere un po’ la fila degli ombrelloni, darebbe la possibilità di poter tornare a godere di parte della spiaggia rmontando giochi per bambini, i campi da beach volley e beach tennis che in questi anni sono mancati ai nostri clienti”.

Add Comment