Torino-Milan: quando Van Basten trasforma Bruno in O’ Animale

Trent’anni fa Torino-Milan: il balletto dell’olandese dopo un autogol scatenò l’ira fatal del difensore

E fu così che Pasquale Bruno se si trasforma in O’ Animale. E fu l’apocalisse. E come un asteroide che punta a velocità verso la Terra, O’Animale cominciò a rincorrere chiunque in un giro del campo, con tale rabbia da far temere – se non l’estinzione del genere umano – almeno quella del centravanti olandese che stava circondando dire scappa Ha avuto successo che ha realizzato l’autogol che l’uccello è stato visto involontariamente come protagonista – è stato un cross dalla sinistra di Paolo Maldini e lui aveva svirgolato malissimo il pallone cacciandolo alle spalle del portiere Luca Marchegiani – Bruno se lui era disteso a terra, un ventre nel suo. A quel punto Marco Van Basten ebbe la folle idea di uscire sopra e poi divaricare le gambe e inscenare un balletto – anzi “una concio e malducatissimo balletto” come lo definì Beppe Barletti al servizio Rai – una sorta di tip-tap che sapeva di dileggio, sberleffo, oltraggio. Uno sfregio in piena regola che per poco non gli costò la vita.

Add Comment