notizie, foto e storia dell’umanità golfistica

Tom Morris è un pioniere del golf, un grande uomo e un grande campione. Morris, noto a me come Old Tom Morris, è una figura iconica che nella sua vita ha attraversato l’età d’oro del golf.

a cura di Carlo Busto

Nato nel 1821, Morris iniziò sin da bambino a giocare. All’età di 17 anni diventa apprendista nella bottega di Allan Robertson, il primo professionista di golf al mondo. Da Robertson, imparò a realizzarlo palla di piume ea build mazze da golf, la produzione rimarrà in numero limitato.

Vedendo l’indubbio talento del ragazzo di bottega, Robertson intorno al 1840 gli chiese di giocare alcuni tornei in coppia. Lui ha acconsentito e quando è uscito in campo insieme non hanno perso più. Vennero sopranominati “gli invicibili”. Il vecchio Tom Morris dice che il maltrattamento di Allan Robertson sarebbe stato in Grado ma un confronto non avvenne mai per domande molto pratiche. In qualità di attesa, Tom Morris non sarebbe mai potuto battere il suo dato di lavoro…

Il sodalizio avanzò fino al 1851 quando Morris ebbe un disaccordo con Robertson e lasciò il posto di lavoro. Visto il curriculum, trovai un impiego al neonato Golf Club Prestwick Vieni professionale. Nel racconto hai proiettato il viaggio di Prestwick.

Il vecchio Tom Morris a St Andrews

Sempre in quell’anno Tom Morris avviò una produzione limitata di bastoni. Proprietario di Prestwick nel 1860 se ha la prima edizione del British Open a cui lui stesso ha partecipato arrivando secondo. Il successo era solo questione di tempo: quattro volte, nel 1861, 1862, 1864 e nel 1867.

vecchio tom morris

Nel 1864 Tom Morris tornò a St. Andrews occupando il Royal and Ancient St. Andrews Golf Club. La sua attività non si limita al mantenimento del viaggio. quale campo,‘vecchio corsolui lo cambiò profondamente, da buca 18, da lui progettato e che anchor oggi porta il suo nome.

Con una tecnologia innovativa per l’epoca, progettò sia il Nuovo corso ciao Corso giubilare. A St Andrews, in qualità di greenkeeper, finemente terminato nel 1903.

Tornato a St. Andrews, Tom Morris ha aperto la sua azienda vinicola vicino al buca 18 green per produrre mazze e golf. Negli anni è stato anche diventato un abilissimo clubmaker ma la sua attività è rimasto sempre in piccole dimensioni.

La serie e la dedizione al golf fecero di lui soprattutto un omo grandemente rispettato e il cui parare venne tenuto in conto in ogni circostanza.

Il vecchio Tom Morris un giovane Tom Morris

Tom Morris ebbe due figli. Il famoso più, lo so mangiare giovane tom morris, nato nel 1851, ha lavorato solo marginalmente nell’azienda del padre. Divenne un grande campione: intorno al 1865 iniziò a fare coppia con il padre, in una squadra quasi sempre vincente. Nelle sue memorie Old Tom Morris confidò che Suo figlio era l’unico giocatore in grado di batterlo a lungo. Lo proveno i fatti: anche Young Tom Morris vinse quattro British Open, ossia le edizioni 1868, 1869, 1870 e 1872.

Il vecchio Tom Morris e il giovane Tom Morris

Nel 1875 mi dovetti impegnare in una gara quando ricevetti un telegramma: la moglie di Tom Morris junior stava per partorire ma versava in gravi condizioni. Sono partito subito. Quando è arrivato il pappagallo, mamma e nacituro erano già deceduti. Tom jr ne rise pesantemente. Non c’è motivo e tre mesi dopo il suo cuore non resse tanto dolore e se fermò per sempre.

Tom Morris continua la sua attività ritirandosi formalmente nel 1903 come produttore di cinema di naso lungo. Fu membro onorario della Royal and Ancient St. Andrews.

Nella sua vita progettò altri percorsi di golf. Old Prestwick portava la sua firma Muirfield, verso ovest, Askernish e molti altri. Morì nel 1908 quando fece scalo a St. Andrews.

La sua tomba, una lapide semplice e sobria, si trova sulla scimitarra della Cattedrale di Culdee a St. Andrews.

Chi è Carlo Busto

L’autore di “Golf History”, esperto della rara e insolita produzione di golf risalente al 1930, è cugino italiano nonché suo presentatore alla “British Golf Collector’s Society” ed è regolarmente in contatto con collezioni e racconti tutti nel mondo.

Mosso da gran passione per l’epoca d’oro del golf Carlo Busto ha costituito la più importante collezione italiana di rare mazze “hickory”. Appassionato di golf a 360 gradi partecipa a gare hickory ed ha vinto el primo Italian Hickory Open tenutosi nel 2019.

Scrivendo a Carlo Busto clicca qua

Per seguire la tua pagina Facebook clicca qui


Add Comment