notizie, foto e storia dell’umanità golfistica

Thorbjorn Olesen (Getty Images)

Quattro anni dopo l’ultima volta e dopo una storiaccia di cronaca Thorbjorn Olesen torna al successo e conquista il maestri britannici. Se è stata una vittoria importante per gli italiani: nel 2020 Renato Paratore è arrivato in quella che ad oggi resta l’ultima vittoria azzurra del suo circuito europeo.

Il danese al Sutton Coldfield, con un totale di 278 (66 70 69 73, -10) colpi, ha festeggiato il suo sesto titolo DP World Tour grazie ad un gran finale di gara. In testa alla fine del primo round del terzo round, Thorbjorn Olesen ha iniziato il quarto con un bogey alla prima buca. Poi ha trovato un uccellino alla terza. Poi, ha perso terreno nuovo con altri quattro bogey. Ma quando tutto sembrava ormai finito, Olesen ha trovato la forza di reagire segnando un’aquila a 17 e un uccellino a 18.

Per il 32enne di Fureso è la fine di un incubo. Dopo un 2018 da ricordare, con l’exploit all’Open d’Italia e il trionfo en Ryder Cup di Parigi, Olesen ha fatto fare i conti con suspettissimi. Accusato di violenza sessuale nello scontro di una donna, è volato da Nashville a Londra, nel dicembre 2021, ed è stato dichiarato non cooperativo all’Aldersgate House Nightingale Court.

Longo privato di uno sponsor, sospetto anche del DP World Tour, scaduto praticamente in disgrazia, Thorbjorn Olesen con l’affermazione al maestri britannici può voltare pagina. Sul percorso del Campanile (par 72), ha superato di misura lo svedese Sebastian Soderberg, seconda contro 279 (-9). Quinfdi davanti agli scozzesi Connor Syme me Richie Ramsayterzi (280, -8) al pari del sudafricano Justin Walters.

C’era l’ultimo 36° post con 286 (68 74 72 72, -2), Edoardo Molinari. Il torinese, nell’ultimo round, ha chiuso in 72 (par), con due birdie e altrettanti bogey.


Add Comment