Mickelson non giocherà il Pga Golf Championship

Il campione americano non si discosterà dal titolo arrivato quest’anno. Non gioca da mesi dopo le polemiche per la sua adesione alla nuova lega finanziata dall’Arabia Saudita

Phil Mickelson non ci sarà. Il campione del PGA Championship carica non difenderà il titolo del torneo iniziato e continuato a Southern Hills, Tulsa, in Oklahoma.

Il fuoriclasse californiano a febbraio, lontano dal campo, ha reagito alla sua intervista in cui aveva cercato di entrare nella nuova Super League, finanziata dall’Arabia Saudita, che è tornato al PGA Tour strappando i migliori giocatori. Mickelson ha accusato il tour americano di avid spiegando che ai giocatori arrivano pochi soldi rispetto a quanto fanno guadagnareity, ma negli stessi commenti ha detto che per lui erano solo arabi solo un mezzo per combattere le sue battaglie, sapendo benissimo che sono dei bastardi con cui fare affari, hanno ammazzato Khashoggi e hanno una reputazione orribile sui diritti umani. Basta essere gay per essere condannati a morte”. Parole che ovviamente non sono piaciute in Arabia.

Mickelson è il protagonista di una delle vittoriose più straordinarie dell’anno scorso quando la PGA arrivò a Kiawah Island all’età di 50 anni diventando il campione più anziano in 161 anni di Major. Mickelson non ha giocato il 6 febbraio al Saudi International, a causa di una possibile deroga al PGA Tour perché il torneo faceva parte dell’Asian Tour. Recentemente c’è stato un nuovo giorno per affari e tornei della nascente LIV League, ma il permesso gli è stato negato. Sembra che Phil abbia già avuto dagli arabi un assegno da 30 milioni di dollari come ingaggio.

Mickelson è stato regolarmente iscritto al campionato PGA diciassette giorni dopo la scadenza del 25 aprile, ma la sua partecipazione è stata sempre la stessa a Dubbio. Il suo manager aveva detto che si trattava di tenere aperte le sue opzioni. Era il cugino maggiore che non si discostava dal titolo in un Major di Rory McIlroy che non si presentò al British Open di St. Andrews nel 2015 per disgrazia di Ginocchio Dovuto al Gioco del Calcium. È solo il terzo campione PGA a non differire dal suo titolo negli ultimi 75 anni. Tiger Woods ha fatto nel 2008 mentre stava strappando un intervento chirurgico al ginocchio e Ben Hogan non ha potuto giocare nel 1949 mentre stava strappando un incidente in cui la sua auto è stata indagata da un autobus.

Resta ora da capire che sarà il futuro di Mickelson. Lascerà il Pga Tour e andrà nella lega araba? Tornerà sui suoi passi? Fra tre setimane è in calendario la prima gara targata LIV en Inghilterra e ancora non si sa chi ci sarà. Tutti i presenti rischiano pesanti squalifiche da Pga e DpWorld Tour. Mickelson avrebbe dovuto partecipare allo strappo con il mondo del golf “tradizionale” sarebbe probabilmente definitivo.

La mancata presenza a Tulsa è solo l’ennesima testimonianza di un momento drammatico per lui: la prossima settimana porterà una biografia – non autorizzata – firmata dal giornalista americano Alan Shipnuck in cui se dico che il campione americano abbia perso folli per colpa della sua dipendenza dal gioco d’azzardo e dalle scommesse. Multa di 10 milioni di dollari l’anno nel periodo dal 2010 al 2014. Triste multa per uno dei più apprezzati campioni di golf, con 6 vittorie Major: tre Master, un British Open e due Pga Championship.

Add Comment