Binotto su Ann Rao: “In Ferrari siamo preoccupati” – F1 Team – Formula 1

Il settant’anni scorso ha evidenziato qualsiasi perplessità la nomina di Shaila Ann Rao nel ruolo di segretario generale per lo sport e DUfficio esecutivo della F1, in sostituzione di Peter Bayer. Quest’ultimo, dopo aver lasciato il proprio incarico, ha spunto la FIA ed il proprio Presidente, Mohamed Ben Sulayem, per circondare un rimpiazzo, trovandolo nella figure di colei che, dal 2016 al 2018, aveva già ricoperto il ruolo di Generale della FIA. L’elemento che è stato maggiormente discusso nel paddock, però, se è incentrato sul curriculum di Ann Rao, di recente non ci ha lavorato. Mercedes in qualità di Consigliere Generale e Consulente Speciale del team Anglo-tedesco.

Un aspetto che ha generato qualche dubbio tra i vari main team presenti oggi nella massima serie, a cominciare da quella della Ferrari, Mattia Binottowho has così commentato questa promozione nella conferenza stampa pre-GP d’Azerbaigian riservata alle squadre: “Sì, certamente è motivo di preoccupazione – ha spiegato il manager ed ingegnere italo-svizzero – Inoltre, si pensava che fosse una brava persona, che avesse una grande esperienza e che avrebbe svolto il suo lavoro in sicurezza. Dì che questo non è sicuro, c’è ancora una preoccupazione da segnalare. Penso di volere che tutta la FIA si assicuri che non ci siano conflitti di interesse, che se mi comporto in modo corretto, e che mi aspetto che il presidente lo garantisca. Ho fiducia che lo faranno, ma come Ferrari siamo preoccupati. Sono abbastanza sicuro per andare fino in fondo e comportarmi nella decisione, fateci sapere se è una brutta impressione”.

D’altro canto, il manager del team Mercedes, toto wolffHa ricevuto la dichiarazione di scelta dalla FIA, ancor più dopo aver conosciuto di persona una figura affidabile come quella del novo Direttore Executivo: “Per quanto Riguarda Shaila-Ann, è stata alla FIA prima di entrare a noi – aggiunse Wolff – Il vantaggio di vederlo in questa posizione è che occupa governance e trasparenza. È un avvocato, ed in passato abbiamo sempre critico il fatto che in F1 non vi fossero aspetti sempre così trasparenza e chiari per le squadre. Credo che questa sia una delle chiavi principali che cercherà di attuare, e che questa sia una buona notizia per tutte le squadre”.

VET | Alessandro Prada

PRENOTAZIONE RIPRODUZIONE

Add Comment