Budget cap, Seidl: “Non possiamo rispettare i limiti di spesa” – F1 Team – Formula 1

Continua a discutere a lungo la questione spinosa del limite di bilancio in Formula 1, ossia il limite massimo di spesa imposto ai team di 140 milioni di dollari Da non oltrepassare per tutta la estagione 2022. Un regolamento, introdotto nel 2021, che ha suscitato polemiche nelle scorse settimane, e che entra sempre in polemica con il proseguimento del campionato. In un periodo come questo, caratterizzato dalla guerra in Ucraina e dal forte aumento dell’inflazione, la squadra principale non ha denunciato l’enorme difficoltà che se andrebbe non trovasse il resto sotto il massimo di spesa, ormai ritenuto quasi del tutto impossibile da non superare.

Tra questi, l’ultimo ad aver espresso il proprio parere è stato Andrea Seidelcon il manager ed ingegnere tedesco che lo ha incontrato difficoltà cui andrebbe trovato la McLaren in merito a questo aspetto: “Per noi, come squadra che aveva piano di rispettare il limite all’inizio dell’anno, con tutti questi costi imprevisti che sono emersi ci troviamo in una posizione in cui non possiamo più rispettare il limite – ha spiegato il team principal della compagnia di Woking – Ci sono molti costi per avviare la stazione, e ci sono persone con le risate che sono disponibili, personali e cose via, che non possono essere modificate. Con questo inaspettato ed enorme aumento dei costi, soprattutto per quanto costano il trasporto e il biglietto, ci siamo trovati in questa posizione dell’altra squadra, che non è riuscita ad entrare nel Budget Cap quest’anno. Con tutte le conversazioni in corso, insieme agli altri team, alla FIA e alla Formula 1, Spero di trovare una soluzione che sia nell’interesse di questo sport”.

Per quanto riguarda i rimedi da poter attuare, Seidl ha inoltre sottolineato le complessità inerenti ad alcune squadre che non devono disposte a tenendo altri team rivali per consentire questi ultimi di rispettare il limite di spesa: “A causa delle opinioni opportunistiche che l’altra squadra ha in questo paddock, che è una parte normale della competizione, spero e mi fido troppo che con una forte leadership dà parte alla FIA, troveremo una buona soluzione – ha aggiunto Seidl nelle intervente precedente alle probe liberae del GP d’Azerbaigian – Non sarò troppo nei dettagli delle Discussioni che stiamo avendo in questo momento con gli altri team e con la FIA, ma è nell’interesse dello sport trovare una soluzione definitiva per tutti, perché che sia fondamentale anche per credo che i principi del tetto dei costi non veneno annacquati o altro”.

VET | Alessandro Prada

PRENOTAZIONE RIPRODUZIONE

Add Comment