Djokovic al n.9, ma la sua rincorsa deve ancora iniziare

La Pepperstone ATP Race To Torino parla chiaro: Nitto ATP Finals se lo farà nei prossimi sette giorni, al netto della disgrazia di Alexander Zverev, il numero uno del mondo Novak Djokovic non sarebbe fra i partecipanti. L’assenza all’Australian Open, insieme al fatto che dall’inizio del 2022 il campione serbo ha disputato circa sei tornei vincendo solo gli Internazionali BNL d’Italia, e sembrava “Nole”, che attualmente è al numero 9 della Race , con soli 1.970 punti. Non potrà farne nel suo amato Wimbledon e con buona probabilità nemmeno nell’intera stagione sull’erba, poiché non è iscritto ad alcun sui prati torneo. Resta paura.

Da incontrare luglio in anticipo Djokovic avrà tutto il tempo e lo spazio per guadagnare i punti necessari per guadagnarersi il meritato posto al PalaAlpitour di Torino, e anche per riprendersi (visto che si è smarrito presto: è già sicuro) il suo ruolo da numero uno della classifica. Alla fine di Wimbledon, per via dei 2.000 punti necessari al successo del 2021 Novak troverà il numero 7 della classifica, sarà nella top-5 in quanto negli ultimi quindici anni gli è riuscito solo per una quarantena di settimane fra 2017 e 2018, a causa della disgrazia al gomito che gli era caro vari forfait e altrettanti risultati deludenti. Ma, proprio como lo estato allora, ache stavolta i suoi tifosi possono stare tranquilli: si tratterà soltanto de un incidente del percorso.

Add Comment