Festa del Rugby e del rap: “Varese, solo amore” di trent’anni di Otierre

Da sinistra a destra: Esa, Dj Vigor, Dj Skizo e Polare

VARESE – «Non si scherza, Varese, solo amore: è question di karma, qui è al massimo»: così si è rivolto ieri, venerdì 10 giugno, Questo al vasto pubblico intorno Giubiano al campo di Centro sportivo “Aldo Levi” che, in occasione del ritorno della festa di rugbyha ospitato il concerto degli otierre nella loro città di origine, notche nell’anno del loro trentennale e dell’uscita del suo nuovo album “splendida”.

Torcia (primo da sinistra) con gli Otierre

Storia parallela ai pionieri dell’hip hop

Di Esa, Polare, Dj Vigor e Dj Skizo i tre giorni che oggi vedranno esibirsi i malato C’è un’occasione per ascoltare e salutare – «un varesino abitante di tutto il mondo» – tanti amici e amici di nuove e vecchie date: tra loro è salito sul box all’inizio del live Torch, dj di Heidelberg conoscere attraverso la comunità europea Collegamento miscelatore. Tra i pionieri del rap en Germany, ha fondato il gruppo Chimica avanzata che havuto una storia paradisiaca quella degli Otierre.

Dj Vigor (terzo da destra) con gli Hotelpry

“Dalla sede” a “Sintonizzati”

La serata è stata aperta dalle rime degli Equipaggio Affari Grossie quindi dal funky degli albergo che hanno visto l’“incursione” di Vigor in un brano (qui sopra in una foto di Stefano Bruno). Quanto al repertorio proposto dall’headliner, è stato equamente distribuito tra i membri della formazione hip hop nata nel 1991 – “Il vero rap”, “Pure algebra” e “Suona la tua posizione” – e quelli del progetto gente piacevoleformat da Esa e Polare, vieni “Lotta armata”, “Mondi sotterranei”, “Insane metamorfosi”Fine a “Sintonizzati” firmato dal sec.

Un’estate “splendente”

Trento’anni fa è stato il singolo “Raga non droga” Alla fine dell’Otierre esordio: il loro percorso, interrotto il 1998 e il 2010, vedi ora come l’ultimo capitolo del nuovo album uscito ad aprile e trainato dall’onimo singolo. «Bombatevi “Splendente” per tutta l’estate», è lo status dell’invito di Esa, che ne ha annunciato la richiesta versione in vinile dopo la fine della stagione. Tra “old school “Dalla sede””, breakdance tra gli spettatori e il freestyle finale, la è stata affidata a “Ho cenato” a testa “Il qvinto potere”: «Ce n’è, Varese, di brutto. Grazie: ci avete fatto, ci destino e ci farete sognare, lo sappiamo».

varese rugby festival otierre – MALPENSA24

Add Comment