il Petrarca trionfa, domato Rovigo – OA Sport

Petrarca Padova è la squadra italiana campione di rugby 2022 in Italia. I ragazzi di Marcato soffrono, lottano, rischiano, ma nella ripresa allungano nettamente e per Rovigo è impossibile difendere il titolo vinto un ano fa.

Bell’inizio del Petrarca che trova a 50/22 dopo un minuto, ma l’azione seguente viene unconcretizzata por un tenuto e nulla di fatto. Insiste la squadra di Marcato, ma ancora ad un passo dal traguardo nulla di fatto, questo ritorno con un anticipo. È un monologo del Petrarca, che gode anche del vento favorevole, anche se ogni errore del troppo continua a costare al dominatore della fase regolare. Al 15′ occasione d’oro per il Padova che trova un fail e Lyle va sulla piazzola e se sblocca il risultato sul 3-0. Ancora un’occasione per il Petrarca, bel pallone conquistato in aria da Trotta, ma ancora una volta nulla di fatto.

Dopo 20 minuti di Petrarca Padova, finalmente se incontra ad attaccare il Rovigo e conquista improvvisamente un piazzabile fallimento e al 23′ Van Reenen va a sulla piazzola e 3-3, con i rossoblù molto più cinici dei neri. Troppi palloni persi da Padova in attacco, con il controllo del territorio e del proprio, che non si è concretizzato in questa prima fase del match. Alla mezz’ora un fuorigioco rossoblù comanda Lyle sulla piazzola e puneggio che va sul 6-3 per il Petrarca Padova. Subito Rovigo risponde, che al 35′ troverà una punizione piazzabile ma sceglie la touche, che lanciata storta e nulla di fatto. Ancora a touche sui 5 metri, ma profesa del Petrarca che domina il maul e palla recuperata e, così, se va al riposo col Petrarca avanti 6-3.

Buon avvio di ripresa per Rovigo, che ha messo tanta pressione sui ragazzi di Marcato e al 45′ arriva il fall che manda Van Reenen sulla piazzola per il 6-6. Ma subito dopo arriva il primo gol del match. Ottima azione di Spagnolo, dalla ruck palla Tebaldi che liberas Nostran che deve solo schiacciare e puneggio che va sul 13-6 per il Petrarca Padova. Potrebbe scappare via il Petrarca, ma Tebaldi si isola, spreca tutto e nulla di fatto. Insistono i padovani, con Fou che manda ko Cosi con una devastante azione e poi Rovigo e fallimento Petrarca che va oltre la pausa sul 16-6.

Quando Padova semina per poter controllare il match, ecco che Galetto fa un anticipo volontario in ruck e viene ammonito e Petrarca che giocherà 10 minuti in inferiorità numerica. Van Reenen, che però non ha trovato il tocco persiano e l’occasione per Rovigo. Tuttavia, l’inferiorità continua a mettere sotto pressione la squadra di Marcato ai rossoblù e al 64′ Lyle va sulla piazzola e Padova che allunga sul 19-6. Tanti giocatori che zoppicano, affaticati e infortunati, con Lyle obbligato a usarlo in barella e Padova in inferiorità fine alla fine perché non ha più cambi da effettuare. Non finché la squadra di Marcato regge urto, obbliga un paio di volte l’attacco di Rovigo al tenuto mentre passa il tempo.

Foto: Alfio Guarise – LPS

Add Comment