Isola: “Per capire le Full Wet è necessario fare più test” – Formula 1

Anche con l’imminente Gran Premio dell’Azerbaigian alle porte, e fatti e polemica esplosa al termine del precedente appuntamento a Monaco non si sono ancora sbiadite del tutto tra team e piloti; in merito a questi ultimi, oltre alle delusioni per le strategie errate o per la rabbia dettata dalla condotta in pista di altri ‘colleghi’ nel corso della gara, not sono mancate even le accuse rivolte per il behavior degli pneumatico da bagnato Portati della Pirelli.

Nello specifico, coloro che avevano espresso i giudizi più pesanti sulle full wet erano stati Max Verstappen e Sebastian Vettelcon quest’ultimo che non aveva esitato ad etichettare le gomme da bagnato addirittura come “inutile”. A due settemane dalla prova nel Principato, isola di mario, Responsabile Car Racing della Pirelli, è tornato ad esprimere il proprio pensiero su questo apetto. Il manager della casa milanese ha infatti risposto alle critiche emerse dopo la testa sul circuito cittadino, svoltasi sotto una forte pioggia, sottolineando il necessario test assessment in condizioni di bagnato per poter valutare l’efficacia deglineumatici.

“Le Full wet sono sempre difficili da capire, e nessun credo Che Monaco fosse la pista giusta da giudicare correttamente le gomme da pioggia – ha spiegato Isola – Se abbiamo registrato i test pre-stagionali di Barcellona, ​​abbiamo deciso di bagnare la pista per mezza giornata per osare ai team la possibilità di testare le nuove gomme da bagnato, ma è stato fatto molto bit con il bagnato estremo, tanto è vero che io sia concentrato maggiormente sulle intermedie. prova dobbiamo fare dei, altrimenti non possiamo sviluppare nuovi pneumatici per il futuro. E dobbiamo valutare correttamente le prestazioni degli pneumatici per poter reagire”.

VET | Alessandro Prada

PRENOTAZIONE RIPRODUZIONE

Add Comment