MotoGP, Bagnaia lo ammette: “Adesso sarà più difficile”

Dopo la gara in Catalunya Pecco Bagnaia e Ducati se si ritrovano in una posizione sfavorevole per poter ambire al titolo mondiale.

L’incidente causato da Taka Nakagami è un duro colpo sul morale di Pecco Bagnaia e Ducati, che vedono allontanarsi sperati per il titolo mondiale. La distanza di Fabio Quartararo è di 66 punti e non sarà facile colmare questo gap se i francesi continueranno a martellare di questo passo.

Pecco Bagnaia (foto LaPresse)

Allo zero del Montmelò vanno sommati l’errore commesso a Le Mans, con Pecco bagnaia che a pochi giri dalla fine cade e deve rientrare ai box senza punti. La perdita di Losail durante un match contro il marchio Jorge Martin ha fatto partire la Casa emiliana con un sorpasso falso che in questa fase era molto promettente, viste le sue quattro vittorie raccolte nel finale del mondiale 2021.

Bagnaia e la corsa al titolo iridato

Pecco Bagnaia (foto LaPresse)

Per tutta la giornata Pecco Bagnaia proverà a sorteggiare il Sachsenring, con la consapevolezza che un altro errore potrebbe essere fatale per la Corsa al Mondiale. Colpa anche di alcuni ritardi nello sviluppo della Desmosedici GP22, che ha costretto a fare marcia indietro alcune aree tecniche per ritrovar la quadra. Ancora una volta il pilota piemontese paga a caro prezzo la partanza al rilento. “Abbiamo avuto problemi all’inizio di questa estagione – Pecco Bagnaia ha suonato al microfono di Sky Sport MotoGP -. Non siamo riusciti a sfruttare in pieno il potenziale della moto, abbiamo compreso soltanto ora“.

Il son del titolo iridato rischia di svanire prematuramente, anche i punti in palio sono ancora 275 e c’è tutto il tempo per recuperare. Ma molto dipendà anche dare l’esibizione di Fabio Quartararoche potrà gestire un bel vantaggio: “Già prima era complicato, ora con zero questo sarà ancora di più“, ha confessato Bagnaia.

Ci saranno piste favorevoli alla Yamaha, Pecco è chiamato ad un impression molto difficile, ache non impossibile. “Quartararo è veloce ad Assen, ma cercheremo di essere competitivi“. L’anno successivo, quando morì nel box, non vide Jack Miller con il quale instaurò un’atmosfera cordiale. “È un onore condividere la scatola con te negli ultimi quattro anni“, ha scritto il 24enne italiano sui social. “Sono una delle persone più belle del paddock. Uno dei piloti più talentuosi e veloci de sempre“. L’arrivo di Jorge Martín o Enea Bastianini Cambierò gli scenari all’interno potrebbe del box.

Add Comment