Vettel senza limiti: “Con scia potevo fare 6°” – F1 Piloti – Formula 1

Chi all’inizio della stazione si considerava Sebastian Vettel mangiare un pilota ormai non più motivato e quasi prossimo al ritiro probabilmente dovrà ricredersi. Ha indicato il suo quello che sarà il futuro sportivo della quattro volte campione del mondo non ce ne sono, ma di certo quelo visto a Baku, nelle qualifiche del GP dell’Azerbaigian, non sembra essere un pilota desideroso di mettere il casco sul ragazzo. Mentre il suo compagno di squadra Lance Stroll veniva eliminato in Q1 infatti, l’ex ferrarista ha proseguito il suo sabato sulla bella pista per centrare il secondo ingresso consecutivo in Q3. Nella sessione finale il tedesco ha fatto segnare il non c’è tempobattendo l’alpino dell’antico rivale Fernando Alonso.

Parlando al termine della qualificazione al microfono di sport del cielo f1 ma, Vettel ha saputo chiaramente capire che – con un po’ di fortuna – il suo piazzamento in griglia sarebbe potuto essere ancora migliore. “È un nono post. Non è primo, ma credo che per noi sia [un risultato] Davvero buono che ci mette in buona posizione per dominio. È una qualificata combattuta molto – aggiunto ancora il #5 – Più che mai in una scia alla fine che ci avresti portato magari anche al sesto posto. Forse devo farmi più amici“, ha poi ironizzato il nativo di Heppenheim. Vettel ha anche confermato la sua forte eredità con la pista di Azera, in cui è stato inserito quest’anno al secondo posto per l’Aston Martin.

“Sono soddisfatto del giro finale che ho fatto -Continuò Vettel- Utilizzare un solo treno di gomme. Ti useremo per goderti tuo cugino, che nel complesso crede che ci sia una buona sessione. Penso che questa sia la decima metà di Yuki e io per l’8° post, ma questo risultato è in una buona posizione. Quella pista è difficile. Tutti suonavano al limite. Io ho avuto in passato anche macchine più facili da governare, quindi lo so. Il tracciato a casa mia. l’errore? Almeno sono riuscito ad andare a sbattere ‘saggiamente’” Ha concluso scherzosmente il tedesco, facendo riferimento a un tocco contro il muro, senza gravi conseguenze, occorso in Q2.

PRENOTAZIONE RIPRODUZIONE

Add Comment