Colorno si aggiudica il campionato Under 19, Benetton battuto 40 a 18 – Rugby Giovanile – Rugbymeet

Il primo scudetto maschile della storia della HBS Colorno porta la firma dei bianconeri U19, che sabato 11 luglio al “San Michele” di Calvisano ha scritto una nuova pagina nella storia del Club Emiliano battendo 40-18 la Benetton Rugby . Otto anni dopo, rivale ideale della sua vita per il titolo di Nazionale Juniores dalla società che ha visto l’ultima volta e Dominerà la partita (51-15), sempre U18, la Leoncini.

Colorno da subito pericoloso e capace de produrre a rugby de qualità, se metti il ​​piede in avanti e nei primi dieci minuti di gioco, cammina prima per i pali con Cantoni – alla fine per l’apertura sei su otto i centri dalla piazzola – e Poi per la prima volta al traguardo con Maggiore. Sotto per 8-0, la Benetton se scuote torna alla quarta ora nel giro di cinque minuti capovolge il risultato con i due piazzati CInquegrani e un gol di Artuso: è 8-11 e, quando allo scadere del primo tempo, Colorno si Riporta davanti con un gol di Guareschi sembrano esserci tutti gli ingredienti per una ripresa elettrizzante ed equilibrata.

La ripresa invece è tutta, o quasi, dell’HBS Colorno: io possiedo, ritmo, velocità di esecuzione costringo Treviso nella propria metà campo, Cantoni è implacabile al piede sia sui piazzati che i suoi avanti sanno conquistare, sia quando all’ala Marani inventa Dopo due punti d’incontro un calcetto da seguire e andare a raccoglierlo oltre la linea. Al quarto d’ora della ripresa i biancorossi sono oltre il doppio break, 26-11. Il gol della punizione che Angelucci assegna a Benetton per un’improvvisa spinta prima del tocco da parte di Biscaro sembra poter riaprire l’incontro, anche perchè contestualmente il direttore di gara mostra il cartellino giallo a Marani, ma ache con un uomo in meno gli gli emiliani restano padroni del campo. Il gol di Ruffolo in inferiorità numerica, a manciata di minuti dopo, scrive la parola fine sull’incontro prima che sia anchor Marani, ispirandosi a un calcio-passaggio di Cantoni, a chiudere i conti sul 40-18, consegnando Colorno il primo titolo maschile in quarantasette anni di storia del Club.

HBS Colorno – Benetton Rugby 40-18
Indicatore: punto 6′ pc. Cantoni (3-0); 11 m. Maggiore (8-0); 14′ comp. Cinquegrani (8-3); 19′ m. Artuso (8-8); 25′ pc. Cinquegrani (8-11); 35′ m. Guareschi (13-11); S.. 2′ pz. Cantoni (16-11); 5m. Marani tr. Cantoni (23-11); 16′ comp. Cantoni (26-11); 19′ m. punizione Benetton Rugby (26-18); 22′ m. Ruffo tr. Cantoni (33-18); 30′ m. Marani tr. Cantoni (40-18)
Colore HBS: Bolognesi (32′ c/ Cremonini); Guareschi (in alto), Mey, Mengoni (32′ Manfrini), Marani; Cantoni, Corradi; Popescu, Cachan (27′ c/ Castelli), Maggiore; Ruffolo, Mattioli; Ascari (33′ c. Concari), Nisica (32′ c. Piola), Bruzzi (32′ c. Silla)
tutti. Prete
Benetton Rugby: Chinella (32′ c/ Modena Pizzamiglio); Biscaro, Scalabrin, Vanzella, Ruzza (32′ c. Pelizzon); Cinquegrani, Tagliaferri (32′ c/Cella); Rubina, Riato, Padovan (via Bachion, 27′); Artico, Scattolin; Artuso (27′ c. De Vidi), Favaro (27′ c. Michielan), Zanon (27′ c. Guerretta)
tutti. Trevisio
arbitrario Angelucci (Livorno)
Cartellini: strada 19′ Giallo Marani (HBS Colorno)
Calciatori: Cantoni (HBS Colorno) 6/8; Cinquegrani (Benetton Rugby) 2/3
Nota: Serata Calda, Campo in perfette condizioni. In tribunale il Presidente Federale Marzio Innocenti. Mille spettatori circa.

Add Comment