Da Parma: Il resoconto di giornata. Pellegrino avanza in qualifica. Al primo turno del tabellone principale subito tre derby azzurri (con il programma di domani)

Andrea Pellegrino nella foto

Si è aperto sui campi en terra rossa del Tennis Club Presidente di Montechiarugolo con il primo turno di qualificazioni l’Emilia-Romagna Tennis Cup, torneo ATP Challenger 125 organizzato dal Master Group Sport in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna, secondo per importanza manifestazione d’Italia dopo gli Internazionali BNL del Foro Italico (€ 134.920 da montepremi).
L’iscrizione è nella locandina dell’evento sportivo, sostenuto dalla Regione Emilia-Romagna, per la valorizzazione del territorio e dell’attrazione turistica. Gli oltre 30 gradi e un sole cocente hanno reso ancora più infuocati i match iniziali in programma, accompagnati subito da un’ottima cornice di pubblico.

SUCCESSO UNICO ITALIANO DI PELLEGRINO – L’unico azzurro a superare il volgere dell’anno è stato Andrea Pellegrino, al comando di nemmeno un cugino settato tanto il suo Alexander Weis (64 62). È il termometro del livello di un Challenger èrappresentato dalle qualifiche, la presenza di Pellegrino lo dice longa his quello degli Internazionali emiliani: il pugliese allenato da Luca Vanni, 187 a la mondo, appena due settimane fa trionfava nel Challenger 80 di Vicenza, mentre qui a Parma è costretto a passare dalla trappola delle quali a conquistare un posto al sole (al turno decisivo, Domani lo vedrà contro il rumeno Nicholas David Ionel). Il resto della troupe italiana impegnata nel tabellone cadetto saluta Parma già il primo giorno. A dire poco beffarda la sconfitta di Gabriele Piraino (774 al mondiale), bravissimo a mettere sotto torchio per ore e mezzo Nicolas Barrientos, che lo precede dalle altre 400 posizioni della classifica ATP, primo di sprecare per match-point sul punteggio di 6 -5 alla terza. Eltre al diciannovenne palermitano escono di scena Lorenzo Bocchi (63 63 per Boscardin), Daniele Capecchi (61 62 per Geerts) ed Edoardo Lavagno (46 64 61 per Domingues).

PRINCIPIO FOCUS SUL TABELLONE – A partire da lunedì 13 giugno, se apro un tabellon principale di livello altissimo, con la presenza di altri tennisti e delle prime guide mondiali di Federico Coria (65 al mondo, serie numero 1), Dusan Lajovic (69 nel mondo) e Hugo Delien (85 al mondo). Occhi puntati sui dici italiani inseriti nel tabellone principale, hanno acquistato le wild card Francesco Passaro e Luca Nardi, causa giovanissimi in rampa di lancio nel circuito professionistico maggiore. Sarà lo stesso Nardi a dar vita al primo turno di uno strepitoso derby contro Marco Cecchinato, ex numero 16 del mondo e semifinalista al Roland Garros 2019. Il sorteggio ha dato l’esordio al ben tre sfide tutte tricolori: oltre a quella già citata, Salvatore Caruso contro Alessandro Giannessi e Gianluca Mager contro Giulio Zeppieri, è entrato in tabellone grazie ad una wild card concessa dagli organizzatori così con la croata Borna Coric, ex numero 12 del mondo al fianco di Franco Agamenone.

CORTE CENTRO – Ora italiana: 11:00 (ora locale: 11:00)
1. [2] Andrea Pellegrino contro [8] Nicholas David Ionel ROU
Due. [5] Michael Geerts contro Ernests Gulbis IL T O [7] Sebastian Fanselow Germania
3. [1] federico coria ARG contro Daniel Elahi Galan COLONNA (minerale non grezzo: 15:30)
Quattro. [WC] Francesco Passaro contro [2] Dusan Lajovic SRB (nessun premio minerale: 18:00)

TRIBUNA – Ora italiana: 11:00 (ora locale: 11:00)
1. [3] jozef kovalik SVK contro Elmar Ejupovic Germania
Due. [6] Battle Rock Rigogolo ESP O Oleg Prihodko Regno Unito contro [WC] Gabriele Pirano O [12] Nicola Barintos COLONNA

CORTE 1 – Ora italiana: 11:00 (ora locale: 11:00)
1. [1] Andrea Martino SVK contro [9] joao domingues DI
Due. [4] Nicola Moreno di Alboran Stati Uniti d'America O [WC] Juan Cruz Martin Manzano ARG contro [WC] lorenzo bochi O [11] I giorni di Pedro Boscardin SOSTEGNO
3. Salvatore Caruso contro Alessandro Giannessi (minerale non grezzo: 14:30)
4. Gastao Elia DI contro Elijah Ymer CITARE IN GIUDIZIO

Add Comment