da Zverev a… Bonadio, 43 nuovi “best” nei primi 200

Se sai che quella del 13 giugno sarebbe stata una giornata importante nella graduatoria Atp e così è stato. La notizia principale – ndr ampiamente annunciato – è che Novak Djokovic ha ottenuto il primo e unico secondo posto nella classifica mondiale. In testa ora c’è Daniil Medvedev, seguito da Alexander Zverev che per la prima volta in carriera, in un momento per lui molto difficile seguire la disgrazia paperella al Roland Garros, se vincesse il numero 2 del mondo.

Colpa del “conto” presentato al Roland Garros 2021, che è stato un sette anni rispetto al 2022. Dietro Djokovic con Rafa Nadal, seguito in posizione numero 5 da Casper Ruud, migliore in classifica anche Lui, Stefanos Tsitsipas, Carlos Alcaraz, Andrey Rublev, Felix Auger-Aliassime e il nostro Matteo Berrettiniche – grazie alla bella vittoria di Stoccarda – è riuscito (per ora) a salvare la tua presenza nella top-10.

Jannik Sinner numero 13, Lorenzo Sonego numero 32. Scorrendo la classifica troviamo con piacere Andy Murray nel numero 47. Lo scozzese, grazie a tutto il finale raggiunto a Stoccarda, torna in top-50 per il primo round di maggio 2018. Se allontanano dalla top-50 una volta Fabio Fognini (numero 59) e Lorenzo Musetti (numero 74)la sua situazione in classifica l’abbiamo scritta approfonditamente in un articolo recentemente pubblicato.

Le soddisfazioni principali, per gli azzurri, arrivano dalle retrovie. miglior classifica di Gian Marco Moroni (159), Giulio Zeppieri (173), Luca Nardi (186) il mio Ricardo Bonadio (200). Segno che il movimento, non nostante un 2022 que finra non è all’altezza del 2021, è comunque in salute.

>>> Leggi anche: Le migliori sette racchette in circolazione per il top-spin

Add Comment