Notizie sul rugby: la lotta di Owen Farrell sfugge all’avviso, il tempestoso libro di memorie Ford e il “finale del tetto stipendio”

annunci

Dopo un’ultima settimana in cui Saracens e Leicester non hanno prenotato i loro posti nella finale de Premiership, quali sono i maggiori punti di Discussione dopo un litigioso final seventimana rugby play-off?

Il contatto di testa mette gli arbitrati sul posto

I risultati di due semifinali di Premiership da sei cartellini gialli? In primo luogo il contatto diretto non viene eliminato dal gioco, e non è certo una parte decisiva per il titolo.

I giocatori nella gara Saracens vs Harlequins che volano in contatto, conoscendo il rischio per gli avversari e per se stessi: il naso dell’altonatore dei Quins Jack Walker è salito a colpo, anche il suo scontro di teste con cartellino giallo con Owen Farrell, che Aveva un taglio su entrambi i lati di il suo cranio.

Chi sarebbe un arbitro?

Luke Pearce ha regalato tre grandi nel secondo tempo ai Saraceni, che hanno vinto 34-17. Pearce ha fatto destreggiarsi tra el tempo impiegato dalla TV mentre conversava con il TMO Ian Tempest per giudicare se ci fosse estato a “high degree of pericolo” da cartellino rosso quando i giocatori portatori di palla si son tuffati leggermente nei contrasti per essere affrontati dagli avversari non abbastanza in immersione. E anchora delle ferite sanguinanti di Farrell proveniente da una collisione con Matt Symons di Quins che sembrava non essere stata rivista.

Matt Carley, l’arbitro della vittoria del Leicester sul Northampton, l’ha visto quasi simile a Guy Porter dei Tigers, che ha visto un possibile cartello rosso declassato un giallo giallo, poiché Carley ha deciso di non aver scontentato la prova del contatto di Coppa del Mondo di Rugby di “non intenzionale o altamente considerato dall’azione scorretta” – e Oisin Heffernan dei Saints.

stile basso

Confermata la semifinale londinese i Saracens che hanno imposto la loro struttura di gioco in maniera più efficace rispetto agli Harlequins, con il contributo individuale di Nick Isiekwe con due rubate dalla rimessa laterale e una decisa resistenza di Tom Lawday sul 27- 17 I calci de punizione di successo dei Saracens che soffocano la difesa, la rimessa laterale rovinata ei corpi che accumulano in e oltre i guasti si che non stanno giocando in un modo molto diverso nel 2019, prima della punizione del tetto salario.

A Welford Road, dopo la morte del capitano del Leicester Tom Youngs, Tiffany, il centrocampista di apertura George Ford ha segnato 22 punti per aver organizzato una battaglia reale a Twickenham con il suo vecchio amico Farrell, che si è ripreso da Marcus Smith che gli è sfuggito. per un Danny Care prova a regalare un bellissimo scarica lui stesso per la prova di Nick Tompkins. Se sostiene che Ford non sarà in tournée con l’Inghilterra quest’estate, l’esperto televisivo Lawrence Dallaglio lo ha definito “un atto di classe, un giocatore di dimostrare che sa come gestire le partite”.

Il “finale di denaro”?

Il Leicester arriverà l’11° del suo 12° nel 2020 e tornerà e Saraceni non verrà eliminato con i mezzi artificiali dei punti detrazioni. La prima tappa, anche Leicester, è arrivata 11a. Avanti veloce fino a marzo e questo è l’annuncio che alcuni lavoratori anonimi delle Tigri hanno pagato soldi per i diritti di immagine che devono essere dichiarati sotto il salario, dal 17-2016 al 2-2019.

Era un ragazzino che aveva ricevuto una multa, non un punti detrazione, ma possiamo solo chiederci quanto quelle trasgressioni potrebbero aver aiutato il Leicester per evitare il caldo. In mezzo e quasi, non è lo status principale di chiaro quanto i club diversity le loro squadre se se hanno giocato inequo mode.

Sabato, l’allenatore di rugby dei Saracens, Mark McCall, ha dichiarato: “Sono stati due anni e mezzo difficili. Sono stati commessi errori. Mail Il 99% della persona nell’organizzazione non era responsabile di ciò che ha avuto successo e di ciò che non era possibile. Ognuno di loro, staff e giocatori, aveva un motivo per camminare e una scusa per camminare tornerà, ma nessuno l’ha fatto. Quel livello di lealtà probabilmente ha salvato il club”.

Piuttosto ignora quel punto di vista e velocemente piani messi in atto dai Saraceni per supererò la tempesta. Quindi la polemica resta anche mentre sono state scontate le sanzioni sul tetto salarie – che sono state stabilite giudici dalla Premiership, cui Saracens e Leicester sono azionisti, e poi inflitte da indipendenti. Aspettiamo tutti, almeno, che la lista finanziaria dell’altro club sia ora pulita.

La pista interna di Borthwick

Steve Borthwick è stato nei Saracens come capitano dal 2008 al 2014, che non sapeva chi avesse avuto l’idea di tenerlo sui freni. Un altro fondatore della machchina “Men in Black” è il filler sudafricano Brendan Venter, che è volato a casa a Cape Town la notte scorsa dopo aver un paio di settemane a migliorare la rosa current. Durante la semifinale, Venter ha pregato il “cuore” dei giocatori dei Saraceni, visto che all’interno c’era stato McCall, reclutato nel 2009.
Farrell ha detto: “Lui [Venter] è in giro conversando con tutti, conversando con lui individualmente. Neanche Brendan è uno che se tira indietro: vede qualsiasi cosa, lo dirà. Incoraggia molto le persone”.

Quindi, sabato se matura la fine della Premiership 2010 e 2011: in quest’ultima non hanno imprigionato Alex Goode, Jamie George, Owen Farrell, Richard Wigglesworth, Ben Youngs e Dan Cole. Ben Earl, invece, che la scorsa settimana ha votato per l’anno in Premiership, è stato l’autore di una tripletta in semifinale, sempre dopo 13 anni.

annunci

Add Comment