Record di velocità in MotoGP: Martin raggiunge i 363,6 km/h!

Martín ferma il record di velocità in MotoGP. 20 anni, sempre al Mugello, Ukawa affronta segnare i 324,5 km/h

Ho visto sette mai chiesti qual è il record di velocità in MotoGP? Si è visto trovato qui è evidente che ne ho visti sette appena posti questa domanda. Ebbene compare ora l’ultimo record di velocità fatto nel registro di Classe Regina Giorgio Martino. Nel corso dell’ultima edizione del GP d’Italia al circuito del Mugello, il suo lungo rettilineo (1.141 metri) il pilota Ducati ha giocato infatti i 363,6 km/hgrazie a un gioco di scienze.

Record di velocità: 40 km/h in più di 20 anni

Quel che è chiaro è che le MotoGP stanno diventando di anno in anno sempre più veloci, grazie al lavoro dei miei grandi ingegneri e piloti che chiudono per avere tutto il vantaggio per godere al massimo del potenziale della moto. Entrambi per avere un’idea parliamo di circa 40 km/h in più rispetto al record de venti anni fa stabilito da Tory Ukawa. Il pilota giapponese, sempre al Mugello, in tenuta una Honda RC211V (cinque cilindri) toccò i 324,5 km/h.

Honda e Ducati si alternano

Da quel momento in poi le moto fanno un grosso passo di potenza nel 2004 alex barro con la sua Honda raggiunge i 343 km/h sempre sul circuito del Mugello. Poi gioca nel 2009 a Daniele Pedrosa finora ha fatto segnare ben 349,3 km/h in sella alla Honda RC212V. Bene quando nel 2014 la Ducati iniziò a fare sul serio, portando Andrea Iannone a 349,6 km/h. Ma dura poco perché Marc Marquez rompere il “muro dei 350” sul circuito di Losail, toccando i 350,5 km/h.

Dal 2021 solo le Rosse di Borgo Panigale

Da quel momento è stata la mia nuova Ducati a descrivere il ritmo del record: Iannone con 354,9 km/h nel 2016 e Dovizioso con 356,5 nel 2018 e 356,7 km/h nel 2019. Nel 2021, a causa della pandemia, il GP del Mugello ha regalato il suo record per tutto il weekend. Zarco tocca i 362,4 km/h, Mugnaio I 357.6 e Martino a 358,8 km/h.

Con il nuovo record di 363,6 km/h, Martin ha un’ancora in cima all’asticella, ma per quanto tempo manterrà il suo primato? Vedremo.

Add Comment