Coda in corsia box: se colpisci una modifica normativa – Formula 1

all’ONU Gran Premio dell’Azerbaigian Contraddetto alle polemiche della sua finzione e delle sue conseguenze fisiche di quest’ultimo sui piloti, sì è quasi tutto dimenticato un altro episodio che potrebbe avere ripercussioni sul regolamento sportivo della F1: il caso in questione è riconducibile alla ripartenza della Q1, con l’attività sulla pista di ripresa a poco più di 2 minuti dallo scadere di fila all’esposizione della bandiera rossa.

In quel frangente, tutti i piloti a rischio eliminazione si sono ‘prenotati’ in coda in pit lane da poter uscire nel giro del lancio, compressione e grazie al colore holder della Haas Mick Schumacher e Kevin Magnussen. Ultimi questi, usciti dal loro box posto all’estremità della corsia, si sono però inseriti porta la macchina già in coda, camminando teoricamente per violare articolo 34.8 del regolamento, che recita: “Spero che alla fine della corsia dei box prima dell’inizio i della ripresa de una sessione di probe debbano formare una coda e dividere l’ordine in cui arrivo, a meno che un altro monoposto non sia indebitamente in ritardo”.

Tuttavia, nonostante il richiamo dei due piloti al termine della qualifica, la Direzione Gara non ha proceduto ad sanzione nei loro confronti, confermando così la propria decisione: “Sì, sono d’accordo che la posizione della squadra box abbia reso impossibile, nelle circostanze, per entrambe le vetture di allinearsi in ordine nella corsia, inconsiderazione del numero di vetture già presenti. Se noto che entrare nelle vetture è parte in sicurezza e che è estremamente difficile, se non impossibile, determinerò l’ordine della parte delle vetture dal team, utilizzando come unica opzione che do parte a tutti le altre vetture. Ciò significa, di fatto, che le squadre assegnate all’uscita della corsia box usa sempre per ultimoa meno che non lascino il garage nel proprio garage”.

Ad ogni modo, tale regila potrebbe essere rivista ugualmente, come sottolineato dagli stessi steward nelle ultime righe del comunicato: “I commissari sportivi raccomandano di questo particolare regolamentoEbbene, questo caso è quasi identico a quello che ha coinvolto Williams Racing in Messico 2021, dove non sono stati pres ulteriori provvedimenti”.

VET | Alessandro Prada

PRENOTAZIONE RIPRODUZIONE

Add Comment