ecco il suo nuovo fisioterapista

Nuovo cambio all’interno della squadra, stavolta forzato. jannik peccatore Ha concluso la relazione di collaborazione con il medico Paolo Cadamuro a causa di un impedimento che lo ha portato a dividersi: infatti, come riportato dalla Gazzetta dello Sport e come documentato sul suo profilo Instagram, il fisioterapista ha riferito all’allenatore Simone Vagnozzi se fosse sotto un’operazione chirurgica nei giorni scorsi, annunciando che non potrò seguire il tennista di alto livello nel circuito ATP.

“E’ intervenuto un piccolo che però interrompe un grande sogno. Questa è un’esperienza fantastica! Jannik, hai fatto un grosso in bocca al lupo per la tua carriera” ha commentato con un bellissimo messaggio sullo stesso Cadamuro sui social.

L’altoatesino è dovuto correre ai ripari, in una fase molto delicata visto che è alle prese con acciacchi fisici in tempi diversi, ed è stato scelto il nome del sostituto. Se provi a dire Girolamo BianchiUna persona molto preparata che non è del tutto nuova a collaborare con Atleti di Alto Livello nel mondo del tennis.

Manca solo l’ufficialità ma tutti gli indizi portano al francese, que si aggiungerà al suo staff e si occuperà de guidarlo nei prossimi apppuntamenti en campo dal punto di vista fisica. Il nativo di San Candido ha scelto un collaboratore dell’Accademia di Mouratoglu, ex fisioterapista del greco Stefanos Tsitsipas (ultimo in ordine cronologico secondo la sua professionalità), del recente svizzero Stan Wawrinka e anche di Maria Sharapova.

Inizia la stagione la tua erba

L’attuale numero 13 del mondo ha recentemente risolto il primo problema fisico, l’ultimo per il ginocchio che ha dovuto alzare bandiera bianca durante l’ultima tappa del Roland Garros.

Una persona esperta come Bianchi potrebbe aiutarlo in questo, per affrontare al meglio i modi e prossimi tornei. La difficoltà degli ultimi mesi è la risposta adeguata al no reggere più di 2-3 gare consecutive in una competizione senza alcun acciacco o timeout medico.

Attualmente Sinner è scritto all’Atp 500 di Halle su erba, sulla quale superficie di giocare quante più partite possibili per crescere e migliorare.

Add Comment