Tennis, Us Open dice sì a russo e bielorusso

Via libera alla loro partecipazione al torneo in programma il 29 agosto a Flushing Meadows. L’affare Wimbledon

Ecco l’annuncio ufficiale degli organizzatori degli US Open: “Tutti i tennisti provenienti da Russia e Bielorussia parteciperanno e giocheranno regolarmente al torneo, in programma a Flushing Meadows a partire dal 29 agosto”.

Wimbledon, in programma il 27 giugno, che resta, per il momento, l’unico torneo ad aver bloccato i russi e bielorussia, scelta che ha contratto mille polemiche, tra tifosi e associazioni diverse. Dopo lo stop imposto dall’All England Club infatti, Atp e Wta hanno deciso di non assegnare un punto valido per la classifica. In questo modo il British Championship ha formalmente un’esibizione.

CHI PUO’ TORNARE

Agli Us Open potrebbe tornare a giocare il campione in carica e numero uno al mondo Daniil Medvedev, che difenderà il titolo conquistato a New York l’anno successivo e lavorerà sempre bene, anche il numero 8 Andrej Rublev, Karen Khachanov, Aslan Karatsev e il bielorusso Ilya Ivaška. In campo femminile, due volte, ho 11 anni, con le semifinaliste della classifica più alta Aryna Sabalenka (4° in classifica), Anastasia Pavlyuchenkova, Victoria Azarenka, Daria Kasaktina.

LA NOTA UFFICIALE DELL’USTA

“Rinunciamo al fatto che la nostra organizzazione deve lottare con la diversità negli ambienti che influenzano la nostra stessa decisione – secondo l’Usta, la Federtennis statunitense – In base alla nostra situazione, consentiremo a tutti e tutti i giocatori idonei di partecipare al torneo , senza riferimento alla nazionalità. Gli atleti russi e bielorussi gareggeranno normalmente sotto neutral bandiera, come accaduto nei tornei delle scorse settimane e al Roland Garros”.

Add Comment