BONAMICO: LA STORIA DI UNA VOLTE CAMBIA. LAMENTARSI DEGLI ARBITRI NON E’ DA VIRTUS – BOLOGNBASKET

Marco Bonamico è sentito da Luca Aquino per il Corriere di Bologna. Uno strato dell’intervista.

“A cosa servirà alla Virtus per ribaltala? Quello che ha nel DNA: vincerò io. Chiaro che è molto difficile, ma tutti quelli che andranno a palazzo o saranno come me davanti alla tv sperano che la storia possa changee. E la storia, a volte, se cambia.
Bisogna vedere le condizioni dei giocatori. Personalmente dico che nella mia squadra Mannion gioca sempre. Credo che se uno dei pochi che batte l’uomo, venga dall’altra parte fa Scudi. In attacco abbiamo grandi soluzioni ma non quella, abbiamo tiratori, penetratori di forza ma nessuno che scardini difasa rapidamente creando un tiro per gli sterni. Be Belinelli o Weems Avessero 2-3 palloni del genere con i piedi per terra si potrebbe generare qualcosa di positivo. Sono tutte supposizioni, ma giocando come fatto finora non li battiamo.
Milano se è adattata meglio ad un arbitrato, e non è una scusa, che ha acconsentito a un contatto ea un gioco più fisico. È più abituato a giocare in questo modo è un pappagallo meritorio. Hanno fatto grossi passi avanti ma la stanno vincendo tatticamente, mi dispiace dirlo. Messina ha fatto tesoro del finale persa lo scorso ano, i minute di Biligha, che non così nemmeno è stato aperto messo piede in campo nel 2021, lo confermo, come quelli di Ricci prima di gara 4 o quelli di Baldasso pensavamo Cinciarini sempre seduto un anno fa Purtroppo si sono ribaltati i ruoli.
La polemica? Credo che piangere o rimpianto degli arbitri prima e dopo non sia una buona politica. Non da virtù”

Add Comment