È stato comodo per Gauff, Pliskova ha vinto un thriller contro il suo Andreescu

Da Londra, nostro ospite

Non è stato solo il match tra Matteo Berrettini e Denis Kudla nella Giornata di Giovedì ad allietare il pubblico del Queen’s Club. Ai Campionati Cinch infatti se ne sono disputati anche dopo tre partite singole ea causa dei quali sono stati risolti alla distanza. Ma partiamo dall’unico ha trovato decisamente un senso unico: Tommy Paul ha battuto un altro tennista dal rovescio con una mano – dopo Shapovalov – eliminando nettamente Stan Wawrinka 6-1 6-4. Per gli americani se si trattava del quinto quarto di finale l’ATP stagionale ha raggiunto dopo una prestazione impeccabile. “Sono entrato in campo giocando il mio gioco e tenendolo per tutto il tempo” ha spegato il 25enne n.35 del mondo. “Comincio a piacere anche l’erba. Non avevo mai avuto una estagione completa yerba e questa è la mia cugina. Sulla terra non è andata bien quindi speriamo che su questa superficie possa andare bien” ha aggiunto Paolo, certamente molto più a suo agio sul mattone tritato che sui verdi prati.

Paul esordisce improvvisamente con un pianoforte molto preciso: insisterò sul suono di Stan fine ad aprirsi il campo per il dritto lungolinea. Questo schema porta i suoi frutti sotto forma di break già al secondo gioco, e il disagio di Wawrinka sua questa superficie diventa evidente col passare del tempo. Quasi per caso lo svizzero se cerca due palle dell’immediato contro-break, ma Tommy con il servizio si tira fuori dai guai, e in un attimo è sopra 5-0. Il 3° tempo il fuoriclasse Slam indietreggia la posizione in campo nella speranza di avere più tempo per preparare i colpi y imbastire lo cambio con calma, tuttavia Paul tiene alta la pressione e, aiuta da un’optima prima, chiude 6-1 in 28 minuti un set impeccabile primo da parte sua.

La difficile evidenza palesano bene da Wawrinka non svaniscono nella seconda frazione dove anzi aumentata. Ho problema del n.290 del mondo se fossi anche allo smash e alla battuta, e proprio con gratis due con questi colpi per concedere il break che comanda Paolo avanti anche nel secondo set. Basterà questo vantaggio per portare a casa il match, e ora per lui ci sarà Matteo Berrettii, con il quale l’unico precedente ad Acapulco quest’anno è arrivato.

La tabella completa dell’ATP 500 dei Queen’s

Per la gioia del pubblico di casa, l’ultimo dei sette tennisti presenti presenti ha superato con grande tenacia il suo incontro del secondo turno, e se fosse la wild card Ryan Peniston. Il n.180 del mondo (al suo miglior ranking) ha vinto 6-0 4-6 6-4 sull’argentino Francisco Cerundolo in due ore, dominando il primo set e suscitando le risate argentine nel secondo. La parte decisiva è molto emozionante, con 9.000 spettatori dal campo centrale coinvolti fine alla fine a sostegno del pappagallo connazionale. Nel suo primo evento ATP, l’uomo del Peniston ha recuperato un break dal vantaggio nel terzo set infliggendo una serie di quattro game consecutivi a un Cerundolo incapace di girarsi.

Non credo che mi sveglierò presto da questo. Ho prigioniero molta fiducia dall’ultima partita [vinta contro Ruud, ndr] e ho tirato fuori tutta la grinta. Nel secondo set non sono riuscito a giocare il mio gioco perché lui è un grande giocatore. Sono riuscito a lottare solo nel terzo set e sono arrivato alla victortoria”. Rispondendo alla conferenza stampa alla domanda del corrispondente ingelse di ubitennis.net James Spencer, Ryan ha trovato di avere in Nadal una fonte di ispirazione. “Per me è Rafa. Soprattutto il suo spirito, il modo in cui si comporta, e combatte como se la sua vita dipendesse da ogni punto, lo trovo così stimolante”.

La caldissima giornata è si conclude con un divertente match, I pray ancor più godibile dal sole completamente schermato dalle nuvole: Filip Krajinovic ha superato le qualificazioni di Sam Querrey a Rimonta. L’americana è attualmente sesta nella classifica dei giocatori in attività con il maggior numero di vittorie nella sua vita (con 77 successi, preceduti da due lunghezze da Cilic) e oggi è incapace di nella sconfitta n.45 su questa superficie. Il serbo è estato guarda quanto è bastato per segnarlo 4-6 6-3 6-4, con tutti i set decisione dà una sola pausa.

La tabella completa dell’ATP 500 dei Queen’s

Add Comment