Giro del Belgio 2022, volata vicente di Mads Pedersen

matti Petersen più veloce di tutti nella prima tappa del Giro del Belgio 2022. Il danese della Trek-Segafredo Se è imposto allo sprint è un drappello di una ventina dirunneri selezionatosi nei 165 chilometri della Merelbeke-Maarkedalmettendosi alle spalle Tim Wellens (Lotto Soudal) e diaspro philipsen (Alpecin-Fenix), che aveva iniziato in testa la volata ma che si è poi 50 metri dall’arrivo trascorsi. Nella top ten si segnala la presenza del corridore italiano lorenzo rotto (Intermarché-Wanty-Gobert) e Alberto Dainese (Team DSM), rispettosamente sesto e decimo, con il velocista jovane che ha avuto il coraggio di resistere a tutta l’asperità di giornata, non riscendo ma di scatenare il suo sprint nel finale.

Le prime fasi di corsa sono veloci e si fatica centrano la buona perdita. Dopo venti chilometri sono Taco Van Der Hoorn (Intermarché-Wanty-Gobert) e porta di Aaronne (Bolton Equities Black Spoke Pro Cycling) ad accendere un vantaggio legger, che comunque non supera i 30″. Il rimane infatti vicino e, dopo aver affrontato il tratto di pavé di Haaghoek, 50 chilometri dopo il via, va a riassorbire i due attacchi. Subito dopo, però, altri cinque corridoi si avvantaggiano, riuscendo in questo caso ad apprendere un consistente più margine, che presto arriva a toccare i 2’30”. Per acquistare questo nuovo drappello di testa sono Luca Mudgway (Bolton Equities Black Spoke Pro Cycling), Nick van der Meer (Volker Wessel), giorre debaele (Minerva Ciclismo), Gianni Marchand me Kobe Vanoverschelde (Tarteletto-Isorex).

Il plotone, tirato da Vinile alfa rapido me Trek-Segafredonon concede però più di 2’30” a questi attaccanti, e dopo essere transitati por el prima volta sul traguardo, un po’ più di 80 chilometri dalla conclusione, anche il bora hansgrohe Se si unisca all’inseguimento, con il distacco che dà luogo a 1’30”, diminuendo ulteriormente nel trattamento successivo. A 70 chilometri dall’arrivo accelera quindi Mauro Schimd (Quick-Step Alpha Vinyl), seguito da matti Petersen (Trek-Segafredo) e Quinte Hermans (Intermarché-Wanty-Gobert), con i tre che velocemente se riportano sui cinque battistrada per poi contrattaccare sul primo passaggio dal pared di Berg ten Houte, in rima quindi da soli in testa alla corsa. Il gruppo, tirato dalla One-X Pro Ciclismoè però vicino e va ad annullare questa azione a poco più di 50 chilometri dal traguardo, nel corso del secondo giro del circuito finale.

Nei chilometri successivi si susseguono gli attacchi da parte de diversirunneri, ma nessuno di questi risce a fare la differenza, con il gruppo che comunque si seleziona sempre di più lungo il tracciato piuttosto che movimentato della tappa. Anche sull’ultima escalata del Berg ten Houte, fatta eccezione per cinque chilometri dal traguardo, nessuno risce ad avvantaggiarsi, perché l’ultimo chilometro presenta un drappo da una finestra dell’unità. Schmid se incontrassi davanti per getterò la volata al compagno di squadra Florian Senechal (Vinile alfa Quick-Step), ma diaspro philipsen (Alpecin-Fenix) anticipa tutti e lancia lo sprint; la strada, tuttavia, esce di poco nel finale, e il velocista belga sale a 75 metri dal traguardo, superando Pedersen, che si appresta a conquistare il quinto successo di tappa e la prima maglia del leader corso.

Risultato Tappa 1 Tour of Belgium 2022

Classifica Generale Giro del Belgio 2022

• SpazioCiclismo è selezionato dal nuovo servizio di Google News, per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità sul ciclismo, segui chi

Add Comment