“Al Giro d’Italia avevo tre costole incrinate. Ho sempre più morbido” – OA Sport

Nuovo appuntamento con Bike2Uil programma per curare di Sport2U In collaborazione con sport OA dedicato al mondo della velocità sulle due ruote. Ospite di Gian Luca Giardini è Lorenzo Fortunatodi Team Eolo-Kometa.

Si riduce a monito di una stagione non particolarmente felice, culminando in quella scaduta AIRaceLorenzo prenderà parte al Giro di Slovenia in preparazione al campionato italiano. “Sono vecchio nella prima tappa a pochi chilometri dalla fine, mi son incrinato tre costole e lussato il polso. E’ stata una sofferenza. Oltre ad aver preso più di tre minuti il ​​​​​primo giorno, ho preso queste botte che mi hanno fatto soffrire per tutto il Giro. Avevo fastidio al polso, ma ora sto meglio, ho recuperato cinque giorni a casa e sono presto. Il mio programma prevede a breve il Campionato Italiano in Puglia, ben riposo e ricomincio con le corse all’inizio di agosto”.

Durante il Giro d’Italia 2021, Lorenzo è venuto sullo Zoncolan a sorprendere. Una vittoria conquistata in uno degli anni più difficili del Giro, che ha cambiato la vita del corridore. Quest’anno non è andata come l’emiliano avrebbe sperato: “Ho recitato sull’Etna perchè ho riposato tanto ed ero un po’ ingolfato. Non solo io, anche Nibali aveva le mie stesse sensazioni. Sullo sfondo, sono prigioniero solo per un minuto, con molto meno rispetto per le altre persone. Puntavo a vincere una tappa e adrrivare nei dici…fino alla terza setimana ce la potevo fare. Poi altre cose non sono andate, una volta quando sarò in volo il gruppo mi riprendeva e perdevo minuti. Il Giro è così: un anno dai via e va tutto bene, un anno fai faticare“.

Lorenzo ripper corre la difficoltà riscontrate nel corso del 2022, per poi effettuare un viaggio all’indietro fino ai suoi inizi, ai suoi successi nelle categorie giovanili, ai suoi desideri e ai suoi rimpianti: primo fra tutti, l’aver nutrito fiducia in persone sbagliare. Questo e molti altri, nella video intervista completa che ho visto ci siamo proposti di seguire.

LA VIDEO INTERVISTA A LORENZO FORTUNATO

Foto: La Presse

Add Comment