Dai Molinari a Scheffler, Scottish Open è sfida super – ANSA Golf

(ANSA) – ROMA, 06 LUG – Antipasto Major in Scozia, dal 7 al 10 luglio, va in scena al Genesis Scottish Open. A North Berwick, sul percorso del Renaissance Club, scenderanno in campo last 14 tra i migliori 15 al mondo. Dal numero 1, l’americano Scottie Scheffler, a Jon Rahm. Tanto protagonista in gara e tra i big mancherà solo il nordirlandese Rory McIlroy (secondo nel ranking mondiale).

Terzo torneo della Rolex Series 2022, organizzato in combinazione tra il DP World Tour e il PGA Tour. Saranno sei gli azzurri in gara.

Torna a giocare in Europa, Francesco Molinari, secondo in questo evento nel 2012. Con lui ci sarà anche il fratello Edoardo (una volta che lo ha fatto lo Scottish Open nel 2010). E ancora: in campo ecco di Guido Migliozzi, Francesco Laporta, Nino Bertasio e Andrea Pavan.

A difendere il titolo conquistato nel 2021 sarà l’australiano Min Woo Lee. Sul verde scenderanno ache tre dissidenti del DP World Tour – e nuovi volti della Superlega araba – come Ian Poulter, Adrian Otaegui e Justin Harding. La sospensione del pappagallo dal circuito è stata infatti temporaneamente revocata da Sport Revolution UK, una persona giuridica con scopo di lucro che fornisce interpretazioni della legge sportiva, ha stabilito che tre giocatori di golf sono a pieno titolo a regolamentare la “carta” per giocare sul DP World Tour 2022 .

More saranno entrambi e volti della Superlega in Scozia, tra questi anche il sudafricano Branden Grace che recentemente è arrivato a Portland la seconda gara della LIV Golf.

Lo Scottish Open, che costerà 8.000.000 di dollari, precederà The Open, la quarta e ultima Major maschile del 2022 in programma dal 14 al 17 luglio in Scozia ma a St. Andrews.

(ANSA).

RIPRODUZIONE PRENOTAZIONE © Copyright ANSA

Add Comment