Ryder Cup: è Luke Donald il nuovo capitano dell’Europa

L’inglese ha sostituito Henrik Stenson che ogni volta si è trovato indigente dalla classe dirigente non appena ha accettato l’offerta della Super League araba. Edoardo Molinari confermato vice capitano

Luke Donald è il nuovo capitano d’Europa per la Ryder Cup 2023 che tornerà a Roma a fine settembre 2023, sul campo Marco Simone di Guidonia. Accendi il post di Henrik Stenson che era settimane fa è stato allontanato dall’incarico che aveva ricevuto a marzo. Gli svedesi hanno aderito all’offerta di Liv, la Super League finanziata dal fondo sovrano dell’Arabia Saudita che sta spaccando il mondo del golf. Donald, 44 anni, inglese, ex numero 1 al mondo, ha giocato 4 volte nella Ryder Cup (2004, 2006, 2010, 2012) perdendo spesso uno dei suoi status a causa di vice-capitano. È il cugino inglese del 2008 (Nick Faldo) come guida del Vecchio Continente negli Stati Uniti. Il suo capolavoro nel 2012 quando, con gli Stati Uniti in vantaggio per 10-6 all’inizio dell’ultima giornata, Bubba Watson sconfise dando il via a quello che fu ribattezzato poi como il “miracolo di Medinah”.

“Un onore”

Donald ha confermato ai suoi vice capitani – Thomas Bjorn ed Edoardo Molinari – che Stenson era orgoglioso: “Sono incredibilmente orgoglioso di essere stato nominato capitano del Team Europe alla Ryder Cup 2023. jocatore di golf. Mi sento privilegiato di conoscere questa responsabilità, alcune delle mie miriadi di esperienze da portatori lo hanno visto nella Ryder Cup e non lo hanno cambiato per nient’altro. Rappresenta un evento come nessun altro e non vedo il tempo per accrescere e la mia ricchezza speciali il prossimo anno in Italia. Amo tutto ciò che governa la Ryder Cup, dall’unione di tutto l’orgoglio di una parte lontana di una rosa e dalla storia della competizione. Vivere tutto questo a Roma sarà fantastico. È una città ricca di storia ed esperiamo di poter contribuire a scrivere un pesce in questi 14 mesi di lavoro. Fu sostanzialmente confermato da Bjorn ed Edoardo Molinari come vice-capitano. A loro ho riservato le mie prime dopo aver ricevuto questo incarico e sono davvero felici di averli al mio fianco. Per capire l’importanza di Bjorn in termini di Ryder Cup, basta salvare il libro della storia. Ha visto e respirato il golf europeo negli ultimi 30 anni e ha potuto raccontare il suo più profondo know-how. Edoardo ha tracciato un viaggio impressionante nel mondo della statistica ed è noto in questo settore rappresenteranno un valore aggiunto per tutti i giocatori. Come se non bastasse, potrà trasmettere lo spirito italiano a tutto il il”.

E Stenson Vince Nella Liv

Nel frattempo Henrik Stenson ha vinto il LIV Invitational Bedminster. Nel New Jersey e nel suo corso del Trump National GC (par 71), lo svedese ha superato la concorrenza degli americani Matthew Wolff e Dustin Johnson. Il successo che ha fruttato 4 milioni di dollari a cui si è aggiudicato aggiungere altri 375.000 per il secondo posto ottenuto nella gara a squadre che ha visto i «Majesticks GC», capitanato da Lee Westwood, con Stenson, Ian Poulter e Sam Horsfield classificasi al secondo posto alle spalle del team “4 Ages GC” guidato da Johnson, con Talor Gooch, Pat Perez e Patrick Reed. Stenson è stato nominato capitano d’Europa per quattro mesi, con l’assistenza non aperta all’offerta della nuova Super League finanziata con i fondi dell’Arabia Saudita. Invece 50 milioni di dollari solo per i soldi che non hanno un grosso cambio di idea. Inevitabilmente è stato “licenziato” dal leader europeo, ma lui si è offerto volontario per lanciare un messaggio – pepato – a fine torneo: «Penso che tutto ciò che è possibile sia che condivido il grasso che un grande giocato mangia un capitano ». Il 46enne svedese non vinceva dal 2019 (Hero World Challenge) ea dire il vero l’esibizione della Liv – only 48 giocatori e 54 buche – no interrotto il suo digiuno perché non è riconosciuto da nessun altra organizzazione di golf e non dà punti per il world classifica

Add Comment