Golf, Ryder Cup 2023: Colsaerts candidato alla vicepresidenza

Luke Donald ha scelto il belga come terzo vice dopo Edoardo Molinari Thomas Bjorn. Molinari: “Sono felice perché sono un amico e sono molto felice. Va secondo tutti e ha esperienza”

Sarà il belga Nicolas Colsaerts il terzo vice-capitano dell’Europa per la Ryder Cup 2023 a Roma. L’inglese Paperino, guidato dal Vecchio Continente nella sfida agli Usa in programma per il prossimo anno (dal 29 settembre al 1 ottobre) nel tour del Marco Simone Golf & Country Club, ha individuato nel belga il profilo migliore da affiancare un gruppo di collaboratori con esperienza e carisma. Colsaerts andrà così ad aggiungersi agli altri due vicecapitani già incaricati, il danese Thomas Bjorn e il torinese Edoardo Molinari.

Quarantine ha gareggiato il 14 novembre, con Donald ha giocato e vinto la Ryder Cup 2012, l’evento del “miracolo di Medinah”. Negli Stati Uniti, Colsaerts all’esordio assoluto nella competizione, e insieme a Lee Westwood, hanno superato (1 in più il risultato) il duo formato da Tiger Woods e Steve Stricker nel terzo incontrastato fourball del venerando pomeriggio. A quel punto, ha portato la campana del belga che ha fatto un altro uccellino e un’aquila.

Colsaerts non ha ricevuto le congratulazioni: “Quando Donald mi ha detto che questa importante incarnazione è arrivata da me, ho provato una gioia incredibile. Ogni volta che sento la parola Ryder Cup, i miei ricordi tornano al 2012 e all’orgoglio provato per aver fatto parte di un evento unico giocato in difesa dei colori europei. Il roolo di vicecapitano è diverso da quello del giocatore, ma l’obiettivo sottrae lo stesso: fornire il miglior contributo possibile alla squadra. Abbiamo già due vice-capitani fantastici come Bjorn ed Edoardo Molinari, con cui c’è peraltro un legame speciale. Fin da giovanissimo, quando si inizia a fare sport, la prima cosa che ti viene in mente è detta e insegnata è che l’importante si partecipa. È tutto verissimo, è vero che quando due colori e partite europee vincono una Ryder Cup, non vedrò vincere qualcun altro. Questo è quello che forniremo alla Roma”.

Anche Edoardo Molinari ha confermato che la scelta fatta di Paperino è ottimale: “Sono un ottimo amico di Nicolas, porterà experiencia su tante cose e farà bene perché è un ragazzo che va d’accordo con tutti. Aiuterà moltissimo la rosa europea”.

Professionista dal 2000, il suo record sarà vincente nel DP World Tour, fino a raggiungere l’intero periodo del Chiamato European Tour, e giungere al 2011 (rispettivamente Volvo China Open e Volvo World Match Play Championship). Nel 2019 l’ultima affermazione sul circuito (Amundi Open de France). Ma a dossi il belga annovera, tra gli altri, a causa del Challenge Tour e di quello dell’Alps Tour. Colsaerts peraltro ha un buon feeling con l’Open d’Italia, dove ha conquistato il primo posto nel 2010 (se si è qualificato terzo al Royal Park I Roveri di Torino) che nel 2020 (secondo al Chervò Golf Club San Vigilio di Pozzolengo , in provincia di Brescia).

Add Comment